Polizze vita e successioni

Polizza vita e successione: ecco i vantaggi

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on print
Share on email
Share on whatsapp
Polizze vita e successioni
Le polizze vita sono uno strumento valido per il passaggio generazione della ricchezza della famiglia

Il patrimonio personale di una persona può essere trasferito ai propri figli, ai familiari e altri cari in diversi modi. Gli strumenti a disposizione di differenziano per la procedura da seguire e sopratutto per i diversi effetti fiscali. La conoscenza delle polizze di assicurazione per la successione è utile per la migliore amministrazione e protezione della ricchezza. Risparmiare sulle tasse equivale a guadagnarci il doppio!

Polizze vita e successione agli eredi

Quando si parla di eredità, testamento e successioni, si apre un vasto mondo di regole, imposizioni fiscali ma anche opportunità per proteggere e trasferire la ricchezza agli eredi.

Nel codice civile italiano, l’eredità si trasferisce dal defunto ai suoi successori o per legge o per testamento. Nel primo caso si avrà una successione legittima, nel secondo caso una successione testamentaria.

Le disposizioni testamentarie possono essere definite attraverso la sottoscrizione di una polizza, in ogni momento senza dover ricorrere alla stesura di un nuovo testamento. La polizza offre la possibilità di assegnazione della «quota disponibile»

 

La polizza vita come alternativa al testamento

La consapevolezza dei vantaggi che la polizza vita è in grado di creare nella fase di trasferimento della ricchezza consente una pianificazione patrimoniale ottimale del cosiddetto “passaggio generazionale”, da intendersi come il trasferimento delle “ricchezze di famiglia”.

Ad esempio, già in vita è possibile trasferire liquidità alle generazioni successive designando il proprio erede (o il proprio caro generico) come contraente di una polizza di investimento.

In alternativa, è possibile da parte del titolare della ricchezza sottoscrivere una polizza di cui risulta contante, per gestire appunto la liquidità finche è in vita, definendo gli eredi beneficiari in caso di morte.

O ancora, è possibile accendere una polizza vita a puro rischio per garantire agli eredi un capitale significativo in caso di morte dell’assicurato.

 

Vantaggi delle polizze vita per le successioni

Che siano di puro rischio (cioè la classica copertura in caso di morte) o che siano polizze di investimento, sono diversi i vantaggi di utilizzare le polizze vita nella gestione del patrimonio in caso di successione.

Il vantaggio più immediato nel trasferire la ricchezza facendo sottoscrivere polizze direttamente ai beneficiari è che, in caso di morte, questa liquidità non viene congelata, né la polizza viene liquidata. Il capitale è sempre a disposizione e, all’occorrenza, può subito essere utilizzato.

L’altro vantaggio, sopratutto per le famiglie “allargate” è che le polizze vita non rientrano nell’asse ereditario.

 

Conclusioni

Hai mai pensato di utilizzare la polizza come strumento utile per la successione? Compila il box che trovi qui in basso per ricevere maggiori dettagli in merito ai vantaggi gestionali e fiscali delle polizze vita in caso di successione. Puoi anche chiamare al 347/1809748

[ninja_form id=2]

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Complita il modulo di contatto con i tuoi dati e un messaggio. Ti risponderò appena possibile.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Scegli il modo migliore per iniziare una conversazione

Chiama ora