La busta arancione dell'INPS

Busta Arancione: arriva il calcolo della pensione

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on print
Share on email
Share on whatsapp

Busta arancione, ovvero lo strumento dell’INPS per il calcolo on line della pensione. Motivo? Sensibilizzare le famiglie e far conoscere quale sarà la pensione futura di uomini e donne. Sapere con largo anticipo quale sarà l’assegno previdenziale – grazie alla simulazione – ci da la possibilità di integrare il gap pensionistico che per le donne e’ addirittura maggiore rispetto agli uomini. A soffrire maggiormente saranno le partite iva.

Che cos’è la busta arancione dell’INPS

È stata promossa dall’Inps per informare, in maniera generale, i lavoratori sulla loro pensione futura. Attraverso la busta arancione è possibile scoprire la data prevista di pensionamento, l’ultima retribuzione o reddito percepiti, il valore del primo assegno di pensione e il tasso di sostituzione al lordo e al netto di tasse e contributi. L’importo della pensione stimato è ottenuto in maniera automatica, senza alcun valore certificativo, perché basato sui contributi finora accreditati e sulla proiezione di quelli che ancora mancano al raggiungimento dei requisiti per il pensionamento.

Il risultato può variare molto in rapporto all’andamento della futura vita lavorativa. Inoltre le stime tengono conto di una crescita del Pil dell’Italia dell’1,5% annuo. In sostanza il calcolo della pensione ha puramente natura informativa e per i giovani precari è un monito a iniziare a verificare gli anni lavorati e quelli conteggiati dall’Inps. Probabilmente molti avranno un’amara sorpresa dalla busta arancione, in questo caso si potrebbe pensare di sottoscrivere una pensione integrativa privata.

 

Come simulare la pensione sul sito dell’Inps

Per accedere al servizio della busta arancione, denominato “la mia pensione”, relativo al calcolo della pensione basta collegarsi a questo servizio. Il calcolo dell’assegno pensionistico tiene conto della normativa attualmente in vigore e si basa su tre fondamentali elementi: l’età, la storia lavorativa e la retribuzione/reddito. Per accedere “alla mia pensione” è necessario avere o il Pin ordinario dell’Inps o lo Spid: sulla stessa pagina web sono indicate anche le modalità per richiederli.

 

Per una consulenza personalizzata compila il modulo dei contatti

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Complita il modulo di contatto con i tuoi dati e un messaggio. Ti risponderò appena possibile.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Scegli il modo migliore per iniziare una conversazione

Chiama ora