Assicurazione per casa vacanza e bed&breakfast

Si diffonde sempre più l’abitudine di affittare case per le vacanze e anche il panorama assicurativo si sta adeguando a questa tendenza con polizze di assicurazione sulla casa che tutelano il proprietario e chi utilizza la casa vacanza come ospite.

Le ragioni per decidere di alloggiare durante le vacanze in una casa in affitto spesso sono l’opportunità di risparmio rispetto alle strutture alberghiere e la comodità di questo tipo di soluzioni se ci si sposta per esempio con tutta la famiglia o con animali domestici. Non per nulla l’offerta si diversifica, con molte opzioni sul web: ci sono siti che consentono di trovare case vacanza e di comparare i prezzi come Hundredrooms, o come HomeAway che mette in contatto i proprietari di case con i viaggiatori, o CaseVacanza.it che propone numerosissimi annunci in Italia e in Europa, oppure Homepal e Mediavacanze.com. In tutto ciò si sta diffondendo anche il trend della condivisione della propria casa, con portali come Airbnb che mettono in contatto chi cerca un alloggio a breve termine e chi invece ha dello spazio extra.

Le polizze di assicurazione per le case vacanza

Chi deve organizzare una vacanza può utilizzare una polizza viaggio. Diverse compagnie offrono l’assicurazione annullamento viaggio, un prodotto pensato per tutti i viaggiatori previdenti che vogliono mettersi al riparo dalle eventualità di cancellazione, rinuncia alla partenza o interruzione del soggiorno. Queste coperture assicurative, nella maggior parte dei casi, possono tutelare anche coloro che decidono di trascorrere le ferie in una casa vacanza.

Il  mercato delle polizze assicurative per i viaggi è molto attivo e ogni anno vengono messi a punto prodotti sempre più completi. Tra le ultime novità, per esempio, troviamo alcune proposte dedicate a coloro che scelgono di prendere in affitto una casa vacanza, magari senza l’intermediazione di un tour operator o di un portale di prenotazione online, che normalmente offrono già delle garanzie. Si tratta di polizze che tutelano l’affittuario non solo in caso di atto illecito o fraudolento esercitato dal proprietario, o presunto tale, che impedisca all’assicurato di prendere possesso dell’immobile, ma anche qualora la casa non corrisponda alla descrizione e alle immagini fornite.

Dal lato di chi invece mette in affitto una casa vacanza, occorre ricordare che le regioni normano le modalità e ne stabiliscono le regole anche obbligando i proprietari a dotarsi di una polizza di responsabilità civile. Per esempio Basilicata, Lazio, Liguria, Umbria e Lombardia sono state fra le prime regioni a richiedere la copertura assicurativa obbligatoria per la locazione turistica.

 

L’assicurazione per il b&b è obbligatoria per legge?

I requisiti minimi per l’esercizio delle suddette attività sono stabiliti dalle specifiche Leggi Regionali: la stipula della polizza assicurativa sulla Responsabilità Civile per le strutture ricettive extra alberghiere definite come Bed and Breakfast, Case Vacanze e Affittacamere è obbligatoria per Legge in gran parte delle  Regioni italiane, come ad esempio in Basilicata.

La prima cosa da fare per intraprendere l’attività è la presentazione in via telematica della SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio attività). Alla SCIA vanno allegati i documenti necessari per la completa definizione della pratica: gli allegati variano da regione a regione e, nella maggior parte dei casi, includono la polizza di assicurazione di Responsabilità Civile.

assicurazione-polizza-bed-breackfast

Polizza di assicurazione per bed & breakfast, casa vacanze e appartamenti ad uso turistico

Perché assicurare una casa vacanze o un bed&breakfast?

Le strutture ricettive extra alberghiere costituiscono un fenomeno in continua ascesa, attirando un numero di clienti sempre maggiore. I turisti optano per questa tipologia di soggiorno per via dei prezzi contenuti e per respirare l’atmosfera familiare, senza rinunciare al comfort. Somigliano sempre più a veri e propri piccoli hotel e presentano rischi simili a quelli tipici dell’attività alberghiera.

Potrebbe accadere che un cliente subisca un infortunio all’interno della struttura o arrechi danni a terzi nella conduzione del fabbricato. Spiacevoli e costosi eventi potrebbero inoltre danneggiare l’immobile: incendio, acqua condotta, ricerca del guasto.

Al di la dell’obbligatorietà per legge (che in ogni caso riguarda la sola assicurazione di responsabilità civile), stipulare una polizza di assicurazioni che tuteli gli ospiti ed allo stesso tempo protegga la struttura è un’assoluta necessità per svolgere la propria attività in tranquillità e proteggere l’immobile di cui si è proprietari.

 

La polizza di assicurazione per le case vacanze di Generali Italia

In qualità di consulente assicurativo di Generali Italia segnalo la polizza di assicurazione per la casa, che per le case vacanza e per le locazioni transitorie prevede la copertura della responsabilità civile del locatore, tenendo indenne il proprietario dei danni che il turista piò provocare ad altri nella gestione dell’abitazione e per i danni da questi subiti a causa del mobilio e dell’arredamento (per esempio un lampadario che cade o il parquet sconnesso che fa inciampare). La garanzia di responsabilità civile è estesa anche al turista e alla sua famiglia per tutto il periodo della locazione.

Hai una casa vacanza e vuoi un preventivo per la tua polizza si assicurazione? Compila il modulo di contatto per richiedere maggiori informazioni, sarò felice di risponderti.

Fonte: intermediachannel.it

Mario Durante

Ciao! Sono Mario Durante, ideatore e fondatore di questo blog. Da quasi 10 anni lavoro come consulente assicurativo e previdenziale presso Generali Italia Spa. Ti guiderò nel mondo delle assicurazioni, dandoti consigli ad esempio su come scegliere una polizza della casa, quali sono le caratteristiche della polizza infortuni, come fare per mettere da parte i tuoi risparmi e tante altre indicazioni che potrai trovare leggendo le pagine del sito.

More Posts

Follow Me:
Facebook

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *