Polizza terremoto e alluvione

Assicurazione terremoto e alluvione: scopri il bonus fiscale

Le novità introdotte dalla legge di Bilancio dal primo gennaio 2018 per la ricostruzione e la prevenzione dei danni da catastrofi naturali.

La legge di Bilancio 2018 introduce diverse misure a sostegno della casa, in termini di agevolazioni e detrazioni fiscali, riservando alcuni interventi al tema della ricostruzione delle zone terremotate e alla prevenzione dei danni da catastrofi naturali. A questo proposito si inserisce a partire dal 2018 anche un bonus assicurativo sulla casa.

Nonostante la posizione critica di ampie zone del territorio italiano rispetto al rischio di catastrofi naturali, terremoti, inondazioni, è tragicamente evidente da una parte l’inadeguatezza di molte strutture a sostenerne l’impatto e dall’altra la diffusa mancanza, anche quando le condizioni lo permetterebbero, di una copertura assicurativa adatta a far fronte ai danni enormi derivanti da questi eventi.

Polizza terremoto e alluvione

La polizza di assicurazione della casa contro terremoto ed alluvione è un valido aiuto contro le calamità naturali.

Gli italiani e le polizze di assicurazione contro terremoti e alluvioni

Non essendo previsto per legge un obbligo assicurativo per la casa relativamente al rischio di calamità naturali, la percentuale di assicurati in questo campo è ancora ben al di sotto della soglia che si potrebbe ritenere regolare per le caratteristiche del territorio. Un freno alla scelta di assicurarsi viene senza dubbio dal timore dei costi che andrebbero ad aggiungersi alla voce casa, anche se la possibilità di confrontare diverse soluzioni e tagliare le spese accessorie scegliendo la polizza migliore, incluse le garanzie contro le calamità naturali, ridimensiona in parte la questione.

Altri dubbi rispetto alla necessità di assicurarsi, nonostante la posta in gioco, vengono dalla scarsa informazione rispetto a quanto una polizza può fare per tutelare gli assicurati. A questo proposito può essere interessante il rapporto pubblicato da Ania il 13 ottobre, giornata internazionale per la riduzione dei danni catastrofali, per spiegare cosa fanno le assicurazioni per prevenire i rischi e proteggere i cittadini. L’Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici mette in luce le criticità relative all’effettiva percezione del rischio da parte delle famiglie italiane e le convinzioni diffuse circa gli obblighi di rimborso dei danni da parte dello Stato.

Un’indagine svolta a giugno di quest’anno rileva tuttavia la propensione di quasi la metà degli intervistati a sottoscrivere una polizza contro i rischi catastrofali, mettendo avanti però la necessità di contenere i costi e di avere risarcimenti garantiti e immediati per l’intero valore della casa. Ania auspica una gestione preventiva dei rischi e un sistema regolamentato in questo senso, come già avviene in diversi Paesi europei anche soggetti a un rischio minore.

Assicurazione terremoto e alluvione: come funziona il bonus fiscale

Al fine di incentivare la sottoscrizione di polizze casa contro ogni tipo di calamità naturale la legge di bilancio 2018 introduce dal prossimo anno la possibilità di detrazione del 19% su questo tipo di contratti, analogamente a quanto già avviene per le polizze sulla vita. L’obiettivo è rendere meno onerosa una pratica assicurativa che se maggiormente diffusa andrebbe poi a impattare in misura minore sulle casse delle Stato al momento di far fronte ai danni derivanti da questi eventi. A partire dal primo gennaio 2018 andrà quindi tenuto presente che sottoscrivendo una garanzia a copertura dei danni da terremoti e alluvioni si potrà beneficiare di una detrazione importante sul premio di questa specifica voce di costo, anche nel caso si tratti di un’estensione di una polizza casa multirischi.

Il bonus assicurativo non è l’unica manovra messa in campo sull’argomento dalla nuova legge. È previsto infatti anche un pacchetto a sostegno delle zone già colpite da terremoto, contenuto nel titolo VI. Si prevede un contributo straordinario per L’Aquila, nella misura di 10 milioni di euro per l’anno 2018, e 2 milioni per gli altri comuni della zona colpita. Tra le misure atte ad agevolare le zone colpite dal sisma del Centro Italia, è stata inoltre stipulata una convenzione tra l’ABI e la Cassa Depositi e Prestiti con l’obiettivo di coordinare gli interventi in favore della popolazione colpita, così come di garantirne l’accesso a finanziamenti agevolati.

Prosegue per tutto il 2018 lo stop al pagamento dell’Imu per gli immobili inagibili in Emilia Romagna in seguito al terremoto del maggio 2012. Sono state inoltre prorogate alcune misure di agevolazione e sospensione del pagamento del mutuo relativamente agli eventi sismici del 2016. Si prevede inoltre un fondo di 10 milioni per il 2018, 20 milioni per il 2019 e altri 20 per l’anno 2020, destinati alla ricostruzione di Casamicciola Terme e Lacco Ameno dopo il terremoto di Ischia dell’agosto 2017.

Hai già fatto un preventivo per la tua polizza di assicurazione contro alluvioni e terremoti? Clicca qui per avere maggiori informazioni sul bonus fiscale.

Fonte: lanazione.it

Garanzia danni da acqua polizza assicurazione casa

Garanzia danni da acqua: che cos’è e come funziona

Quando si parla di assicurazione incendio e furto per la casa non diamo troppo peso alle altre garanzie accessorie. Tra queste è fondamentale la garanzia danni da acqua, che spesso viene esclusa ma che costituisce il problema più frequente e la paura più ricorrente nell’immaginario collettivo.

 

Garanzia danni da acqua: che cos’è e come funziona

La fuoriuscita di acqua condotta è un danno accidentale dovuto spesso all’età degli impianti idrici e di riscaldamento a servizio del fabbricato. La garanzia comprende le seguenti casistiche:

  • Guasto o rottura accidentale di pluviali e grondaie, di impianti idrici e di condizionamento/riscaldamento a servizio del fabbricato;
  • Occlusione di impianti idrici e di condizionamento/riscaldamento a servizio del fabbricato o da rigurgito e trabocco della rete fognaria;
  • Gelo di impianti idrici e di condizionamento/riscaldamento a servizio del fabbricato;

I danni da acqua sono molto insidiosi ed onerosi perché oltre ad interessare la nostra abitazione, potrebbero coinvolgere altre abitazioni vicine (cosa che capita spesso in condominio). In questo caso, oltre a dover ricercare il guasto e a riparare i danni causati dalla fuoriuscita dell’acqua nel nostro appartamento, dovremo risarcire anche i danni arrecati al proprietario dell’altro appartamento interessato. Questa fattispecie però NON è tutelata dalla garanzia “Danni da Acqua”, ma dalla Responsabilità Civile per la Proprietà del Fabbricato che si consiglia vivamente di acquistare con la Polizza casa.

Garanzia danni da acqua: le esculsioni

Non tutti i danni da acqua sono compresi dell’assicurazione della casa: ad esempio sono esclusi i danni da umidità o da infiltrazione dovuti a cattiva manutenzione del tetto. Spesso si pensa che l’umidità sia necessariamente un danno da acqua al fabbricato e c’è la pretesa che venga indennizzato, oppure che la conduttura esterna essendo sempre di nostra proprietà abbia diritto allo stesso trattamento di quella posizionata all’interno. Purtroppo non è così ed è importante prenderne consapevolezza.

Le fattispecie possono essere tante e ogni sinistro è da valutare singolarmente. Di solito si cerca una conciliazione in casi particolari.

Un’altra esclusione operante per la Garanzia Danni da Acqua è quella relativa agli interventi che deve affrontare l’Assicurato, ovvero la demolizione e la riparazione delle parti di fabbricato per ricercare il guasto. C’è un’altra Garanzia che rientra nella sezione “Danni da Acqua” e che deve essere richiamata per evitare la scopertura. E’ quella relativa alle “Spese di Ricerca e Riparazione del Guasto” che rimborsa le spese sostenute per riparare e sostituire le tubazioni danneggiate nei muri o nei pavimenti e per demolire e ricostruire le parti di fabbricato interessate.

Garanzia danni da acqua polizza assicurazione casa

La garanzia Danni da Acqua è molto importante per proteggere la tua casa.

Garanzia danni da acqua: alcuni esempi

Si rompe una tubazione nel muro del bagno. La garanzia “Danni da Acqua” rimborserà la ritinteggiatura dei muri. La garanzia “Spese di Ricerca e Riparazione” rimborserà la demolizione del muro (e il suo rifacimento) per cercare il guasto. Ecco perché le sue garanzie devono viaggiare insieme per una copertura adeguata.

Garanzia danni da acqua: franchigie e scoperti

Altra cosa importante per valutare un preventivo di polizza per la casa con la garanzia danni da acqua sono gli scoperti e le franchigie, ma soprattutto i limiti di indennizzo annuali o per sinistro.

Ad esempio per la garanzia “Danni da Acqua” possono essere previste franchigie che vanno dai € 100,00 ai € 500,00 o scoperti dal 10% al 20% che a volte prevedono anche un minimo. I limiti di indennizzo per ogni sinistro o per anno assicurativo vanno dai € 10.000,00 all’80% del valore dell’intero fabbricato assicurato per la garanzia Incendio.

Per la garanzia “Spese di Ricerca e Riparazione” possono essere previste franchigie e/o scoperti più o meno della stessa entità di quelli previsti per i “Danni da Acqua”, ma i limiti di indennizzo sono ben più contenuti. Di solito si arriva fino ai € 2.000,00 all’anno e per sinistro. Per evitare seri problemi in caso di danno importante, il consiglio è di valutare insieme le garanzie necessarie. Per maggiori dettagli compita il modulo dei contatti.

L’ultimo aspetto da prendere in considerazione è quello relativo alla “Fuoriuscita di acqua dalle Apparecchiature Domestiche” (lavatrice, lavastoviglie, etc.). Nella polizza di assicurazione per la casa di Generali Esiste questa fattispecie, spesso sottovalutata, ma che può tornare sempre utile. Questa tipologia di danni è più frequente di quanto si possa immaginare. La fuoriuscita di acqua dall’apparecchiatura potrà avvenire per guasto, rottura o difetto della stessa o per occlusione, rigurgito e trabocco.

Per un preventivo sulla tua casa con la garanzia danni da acqua ti basta compilare il modulo dei contatti. Sarò felice di risponderti.

Polizza RC del Capo Famiglia

Assicurazione del capofamiglia: cosa copre e quanto costa

La vita di una famiglia è piena di gioie, ma anche di preoccupazioni dovute ai piccoli inconvenienti che possono provocare danni a terzi. L’assicurazione del capofamiglia (chiamata anche polizza rc del capofamiglia) è una protezione assicurativa che tutela la serenità del nucleo familiare.

Assicurazione capofamiglia: che cos’è e cosa copre

L’assicurazione rc del Capofamiglia appartiene alla categoria delle polizze assicurative a protezione del patrimonio della famiglia ed è quasi sempre inserita nell’ambito della polizza casa. Al momento di sottoscrivere la polizza, si sceglie un massimale di riferimento (di solito 250.000 o 500.000 euro) per vivere la quotidianità con maggiore serenità e tutelarsi contro eventuali danni causati involontariamente a terzi direttamente da un componente del nucleo familiare.

Alcuni esempi per comprendere cosa copre l’assicurazione rc del capofamiglia:

    • Un figlio che rompe accidentalmente un lampadario a casa di amici
    • Un graffio alla macchina provocato dalla bicicletta di un minorenne
    • Un vaso che cadendo dalla finestra o dal balcone rovina il tettuccio di una macchina parcheggiata
    • Un rubinetto lasciato aperto o un guasto all’impianto idrico che provoca una perdita d’acqua con conseguente danno all’appartamento del piano di sotto
    • Come di può notare la protezione assicurativa della polizza del capofamiglia è di fatto estesa a tutti i fatti accidentali che possono accadere nella vita privata e copre tutto il nucleo familiare. Di particolare rilevanza sono poi le estensioni, come ad esempio la responsabilità civile nei confronti degli addetti ai servizi di pulizia (colf) e l’assicurazione del cane.

Polizza Capofamiglia: leggiamo le condizioni di assicurazione

Andando nel dettaglio, per aiutarti a capire cosa copre la polizza di assicurazione rc del Capofamiglia, ho estrapolato gli articoli specifici di un contratto e che devi trovare quando acquisti una polizza.

Conduzione dell’abitazione indicata in polizza. 

Sono compresi in garanzia i rischi inerenti alla normale attività di conduzione dell’abitazione sita nell’ubicazione indicata in polizza e delle relative parti comuni. Sono compresi i danni derivanti da caduta di antenne non centralizzate riceventi e trasmittenti per apparecchi televisivi e per radioamatori installate sul tetto o sui balconi del fabbricato.

L’assicurazione comprende anche la responsabilità civile derivante da lavori di ordinaria manutenzione che interessino il fabbricato ed i locali dell’abitazione.

Conduzione dell’abitazione secondaria.

Sono compresi in garanzia i rischi inerenti alla normale attività di conduzione dell’abitazione adibita a soggiorni di tempo libero di taluno degli Assicurati. Sono compresi i danni derivanti da caduta di antenne non centralizzate riceventi e trasmittenti per apparecchi televisivi e per radioamatori installate sul tetto o sui balconi del fabbricato.

RC famiglia per danni causati addetti ai servizi domestici.

  • Sono considerati terzi gli addetti, anche occasionali, ai servizi domestici inclusi il giardinaggio, la cura e l’assistenza ai bambini (attività di baby sitting), alle persone anziane, ammalate o con handicap (cd. badante) componenti la famiglia anagrafica del Contraente/Assicurato, per infortunio sul lavoro (escluse le malattie professionali) subito nello svolgimento delle proprie mansioni, sempreché a causa dell’evento insorga in capo a taluno degli Assicurati una responsabilità penale per reato colposo perseguibile d’ufficio e giudizialmente accertato.
  • L’assicurazione inoltre comprende i danni per la responsabilità civile che a qualunque titolo ricada sull’Assicurato per danni causati a terzi dagli addetti summenzionati, durante lo svolgimento delle loro mansioni.

Danni ai Veicoli a motore di altri

  • la garanzia copre i rischi derivanti dalla guida di ciclomotore, motoveicolo, macchina agricola da parte di figlio minore regolarmente abilitato alla guida; questa garanzia opera, sempreché l’assicurazione obbligatoria sia regolarmente operante, con riferimento esclusivo ai danni corporali cagionati a terzi trasportati all’insaputa dei genitori, in relazione all’eventuale azione di regresso svolta dall’assicuratore della Responsabilità Civile Auto.
  • L’RC del Capofamiglia copre anche i casi di guida o messa in movimento da parte di figli minori non abilitati alla guida, all’insaputa dei genitori, di autoveicolo, ciclomotore, motoveicolo o macchina agricola soggetti all’assicurazione obbligatoria regolarmente operante, con riferimento ai danni cagionati a terzi, in relazione all’eventuale azione di regresso svolta dall’assicuratore della Responsabilità Civile Auto.
Polizza RC del Capo Famiglia

La polizza di Responsabilità del Capofamiglia è un’assicurazione che tutela dai piccoli e grandi incidenti della vita quotidiana, proteggendo la famiglia.

RC del Capofamiglia per danni causati dai figli residenti altrove per motivi di studio.

L’assicurazione RC del Capofamiglia è estesa anche ai figli dell’Assicurato di età non superiore a 28 anni, non più facenti parte della famiglia anagrafica dell’Assicurato in quanto studenti residenti altrove.

RC del Capofamiglia per danni causati a figli minori di altri affidati all’Assicurato.

Qualora l’Assicurato si occupi temporaneamente, a titolo gratuito e di cortesia, della vigilanza dei figli minori di persone non componenti la famiglia anagrafica dell’Assicurato stesso, l’assicurazione è estesa anche alla responsabilità civile dei genitori del minore. L’assicurazione è valida esclusivamente per la responsabilità civile derivante all’Assicurato o ai genitori del minore, ai sensi di legge, per distruzione o deterioramento di beni fisicamente determinati e per morte o lesioni personali, involontariamente cagionati a terzi in conseguenza di un fatto accidentale del minore.

Danni da spargimento di acqua

Sono compresi in garanzia i danni derivanti da spargimento d’acqua purché conseguenti a rottura accidentale degli impianti idrici, igienico-sanitari, di riscaldamento o di condizionamento al servizio del fabbricato o del maggior immobile di cui formi eventualmente parte.

Possono essere compresi in garanzia anche i danni derivanti da spargimento d’acqua anche conseguenti a traboccamento degli impianti idrici, igienico-sanitari, di riscaldamento o di condizionamento, per occlusione delle relative tubazioni, nonché rigurgito delle fognature.

Responsabilità civile derivante dalla proprietà di cani

L’assicurazione comprende i danni derivanti da proprietà e/o uso di cani, per i quali il costo cambia se sono di razze cosiddette pericolose.

Responsabilità civile dei genitori per Violazione della Privacy

Alcune polizze innovative, come quella di Generali, risarciscono i danni derivanti dalla violazione della normativa sulla Privacy di cui al Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 -, i danni di immagine, i danni alla vita di relazione e i danni alla reputazione causati da figli minori dell’Assicurato – sempreché con lo stesso conviventi e come tali risultanti dal Certificato di Stato di famiglia – determinati da comportamenti come la pubblicazione su social network o su piattaforma internet di immagini fotografiche e filmati di soggetti senza che gli stessi abbiano fornito il consenso previsto dalla legge al riguardo, e nel caso di minori senza che il consenso sia stato prestato dagli esercenti la potestà genitoriale o da soggetti ad essi per legge equiparati.

Quanto costa l’assicurazione del capofamiglia?

In Italia la polizza di assicurazione RC capofamiglia non è propriamente quella più richiesta nonostante i costi non siano affatto così elevati, forse per colpa di una scarsa informazione.

L’assicurazione del capofamiglia costa molto poco, in genere circa 50 euro all’anno e sarebbe buona cosa scegliere anche una protezione assicurativa per la casa, spendendo non molto di più. Certamente il rischio che si corre corre costerebbe molto di più del costo della polizza. E’ questo il senso di una protezione assicurativa, ovvero trasferire il rischio e liberare quelle risorse che inevitabilmente servirebbero per porre rimedio al danno.

Hai già scelto la tua polizza rc del Capofamiglia? Vuoi sapere di più sull’assicurazione del capofamiglia? Richiedi un preventivo compilando il modulo dei contatti

Vuoi maggiori informazioni? Chiama ora per un preventivo!

Polizza di assicurazione viaggi cosa copre

Come scegliere la polizza di assicurazione viaggi

Il mondo delle polizze di assicurazione per i viaggi è molto esteso ed integrato. ecco una piccola guida per scegliere la migliore copertura.

Come scegliere la polizza di assicurazione viaggi

Controllare innanzitutto con attenzione quali danni sono coperti. Verificare a quanto ammonta l’importo massimo indennizzabile e qual è invece la cifra che resta comunque a carico dell’assicurato. In caso di incidente, poi, ricordarsi di chiamare il call center della compagnia con la quale si è stipulata la polizza prima di andare dal medico o farsi ricoverare.

Sono le regole base da seguire per evitare sorprese quando si acquista una copertura assicurativa per un viaggio. Che di per sé è comunque consigliabile, visto che farsi male in vacanza è più probabile che infortunarsi in ufficio. E senza una polizza si rischia di dover sborsare di tasca propria costi anche elevati per cure sanitarie e prestazioni mediche, rovinandosi ancora di più le ferie.

L’avvertenza vale maggiormente se si va all’estero. Negli Stati Uniti, per esempio, le spese per assistenza medica sono altissime e l’infortunio a un turista in viaggio di piacere potrebbe costare una fortuna: si pensi che per il trattamento della frattura di un dito in un ospedale americano si possono spendere anche più di mille dollari.

In generale, quando ci si fa male fuori dall’Italia bisogna orientarsi in un sistema sanitario che potrebbe essere molto diverso dal nostro. Per cui diventa molto utile poter contare su una assistenza telefonica o in loco che indichi la struttura più adatta alla quale rivolgersi.

Cosa copre la polizza di assicurazione viaggio

I servizi solitamente proposti dalle polizze viaggio, che prevedono un premio stabilito in base all’età dell’assicurato, alla meta scelta e alla durata della vacanza, sono l’assistenza sanitaria 24 ore su 24, eventualmente presso strutture convenzionate, nonché il rimborso delle spese mediche e farmaceutiche.

Spesso viene anche previsto un indennizzo in caso di infortunio che, quantomeno, renderà meno amara la vacanza rovinata dal sinistro. Esistono polizze che, in caso di infortuni o malattie più gravi, prevedono anche l’organizzazione del rientro nel proprio Paese con accompagnamento di personale medico, la messa a disposizione di un interprete e la possibilità di pagare il viaggio di un familiare per assistere l’assicurato.

Spesso queste polizze assicurative prevedono anche una copertura assicurativa per la responsabilità civile verso terzi, qualora durante la vacanza si dovesse verificare un incidente nel quale l’assicurato andasse a danneggiare beni o persone.

Inoltre viene di regola sempre prevista anche la garanzia di un indennizzo in caso di furto o perdita del bagaglio, o anche la garanzia che permette di ottenere un rimborso in caso di annullamento del viaggio a causa di un evento imprevedibile (come, ad esempio, la malattia o l’infortunio improvviso a pochi giorni dalla partenza).

 

Ricapitolando, le garanzie per una buona polizza di assicurazione viaggi sono le seguenti:

1) Assistenza 24h/24 telefonando alla Struttura Organizzativa (ad es.  il rientro sanitario, il viaggio di un familiare, la disponibilità di un interprete);

2) Rimborso Spese Mediche/Farmaceutiche/Ospedaliere per cure e interventi in caso di ricovero o di ricorso a pronto soccorso a seguito di infortunio o malattia improvvisa;

3) Smarrimento e Danneggiamento Bagagli in caso di furto, rapina, scippo durante il viaggio e lo smarrimento negli aeroporti.

4) Infortuni in Viaggio: indennizzo in caso di morte o invalidità permanente, con una speciale garanzia per i ragazzi fino a 14 anni;

5) Infortuni in Volo: somme per i casi di morte o invalidità permanente per infortunio occorso come passeggero durante un viaggio aereo;

6) Responsabilità Civile: tiene indenne per i danni cagionati a terzi nell’ambito della vita privata quando ci si trova in viaggio.

7) Annullamento Viaggio/Locazione: consente il recupero della penale applicata in caso di rinuncia al viaggio in conseguenza di eventi quali ad esempio un infortunio o una malattia improvvisa. La polizza prevede anche il rimborso dei biglietti di viaggio (aereo o di navigazione) acquistati direttamente anche tramite internet.

 

Quanto costa la polizza di assicurazione viaggio

I prezzi variano, ovviamente, in funzione della destinazione e dei servizi richiesti, ma normalmente per una vacanza di 7/10 giorni in Europa non si superano i 60 euro a persona (qualche decina di euro in più per le vacanze oltreoceano), con tutte le principali garanzie.

Come scegliere la polizza di assicurazione viaggi: consigli finali

Come per tutte le polizze assicurative, l’attenzione deve focalizzarsi innanzitutto su massimali e franchigie. I primi sono gli importi massimi indennizzabili o risarcibili dalla compagnia, le seconde sono le somme che, in caso di sinistro, restano a carico dell’assicurato sempre e comunque, in quanto la compagnia copre solo i costi al di sopra della franchigia.

Premi più bassi, di regola, prevedono massimali bassi e franchigie alte, limiti che, a conti fatti, possono rendere del tutto inutile la polizza in caso di bisogno. Il consiglio, quindi, è di spendere qualche euro in più ma avere una copertura adeguata.

Inoltre è importante ricordare che sarà fondamentale, in caso di sinistro, contattare il call center della compagnia con la quale si è stipulata la polizza prima di recarsi dal medico o di farsi ricoverare. Si tratta di un aspetto fondamentale in quanto se il ricovero avviene presso una struttura non convenzionata o se non è possibile per la compagnia avere notizia del sinistro, l’assicurato rischia di non avere la copertura assicurativa.

L’ultimo consiglio è di rivolgersi a un professionista serio ed esperto per conoscere a fondo la polizza, evitando il “fai da te” e ricordando che il costo di un prodotto assicurativo è soltanto uno dei parametri di paragone tra i vari prodotti. Quindi è meglio non rincorrere il premio più basso ma fare attenzione, con l’ausilio di un bravo assicuratore, a ogni aspetto dei servizi offerti dalla compagnia.

Stai organizzando la tua prossima vacanza e vuoi conoscere maggiori informazioni sulla polizza viaggi? Compila il modulo dei contatti per un preventivo veloce e gratuito.

 

Fonte: Massimo Quezel, ex liquidatore

polizza di assicurazione per la casa vacanza e il bed and breakfast

Assicurazione per casa vacanza e bed&breakfast

Si diffonde sempre più l’abitudine di affittare case per le vacanze e anche il panorama assicurativo si sta adeguando a questa tendenza con polizze di assicurazione sulla casa che tutelano il proprietario e chi utilizza la casa vacanza come ospite.

Le ragioni per decidere di alloggiare durante le vacanze in una casa in affitto spesso sono l’opportunità di risparmio rispetto alle strutture alberghiere e la comodità di questo tipo di soluzioni se ci si sposta per esempio con tutta la famiglia o con animali domestici. Non per nulla l’offerta si diversifica, con molte opzioni sul web: ci sono siti che consentono di trovare case vacanza e di comparare i prezzi come Hundredrooms, o come HomeAway che mette in contatto i proprietari di case con i viaggiatori, o CaseVacanza.it che propone numerosissimi annunci in Italia e in Europa, oppure Homepal e Mediavacanze.com. In tutto ciò si sta diffondendo anche il trend della condivisione della propria casa, con portali come Airbnb che mettono in contatto chi cerca un alloggio a breve termine e chi invece ha dello spazio extra.

Le polizze di assicurazione per le case vacanza

Chi deve organizzare una vacanza può utilizzare una polizza viaggio. Diverse compagnie offrono l’assicurazione annullamento viaggio, un prodotto pensato per tutti i viaggiatori previdenti che vogliono mettersi al riparo dalle eventualità di cancellazione, rinuncia alla partenza o interruzione del soggiorno. Queste coperture assicurative, nella maggior parte dei casi, possono tutelare anche coloro che decidono di trascorrere le ferie in una casa vacanza.

Il  mercato delle polizze assicurative per i viaggi è molto attivo e ogni anno vengono messi a punto prodotti sempre più completi. Tra le ultime novità, per esempio, troviamo alcune proposte dedicate a coloro che scelgono di prendere in affitto una casa vacanza, magari senza l’intermediazione di un tour operator o di un portale di prenotazione online, che normalmente offrono già delle garanzie. Si tratta di polizze che tutelano l’affittuario non solo in caso di atto illecito o fraudolento esercitato dal proprietario, o presunto tale, che impedisca all’assicurato di prendere possesso dell’immobile, ma anche qualora la casa non corrisponda alla descrizione e alle immagini fornite.

Dal lato di chi invece mette in affitto una casa vacanza, occorre ricordare che le regioni normano le modalità e ne stabiliscono le regole anche obbligando i proprietari a dotarsi di una polizza di responsabilità civile. Per esempio Basilicata, Lazio, Liguria, Umbria e Lombardia sono state fra le prime regioni a richiedere la copertura assicurativa obbligatoria per la locazione turistica.

 

L’assicurazione per il b&b è obbligatoria per legge?

I requisiti minimi per l’esercizio delle suddette attività sono stabiliti dalle specifiche Leggi Regionali: la stipula della polizza assicurativa sulla Responsabilità Civile per le strutture ricettive extra alberghiere definite come Bed and Breakfast, Case Vacanze e Affittacamere è obbligatoria per Legge in gran parte delle  Regioni italiane, come ad esempio in Basilicata.

La prima cosa da fare per intraprendere l’attività è la presentazione in via telematica della SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio attività). Alla SCIA vanno allegati i documenti necessari per la completa definizione della pratica: gli allegati variano da regione a regione e, nella maggior parte dei casi, includono la polizza di assicurazione di Responsabilità Civile.

assicurazione-polizza-bed-breackfast

Polizza di assicurazione per bed & breakfast, casa vacanze e appartamenti ad uso turistico

Perché assicurare una casa vacanze o un bed&breakfast?

Le strutture ricettive extra alberghiere costituiscono un fenomeno in continua ascesa, attirando un numero di clienti sempre maggiore. I turisti optano per questa tipologia di soggiorno per via dei prezzi contenuti e per respirare l’atmosfera familiare, senza rinunciare al comfort. Somigliano sempre più a veri e propri piccoli hotel e presentano rischi simili a quelli tipici dell’attività alberghiera.

Potrebbe accadere che un cliente subisca un infortunio all’interno della struttura o arrechi danni a terzi nella conduzione del fabbricato. Spiacevoli e costosi eventi potrebbero inoltre danneggiare l’immobile: incendio, acqua condotta, ricerca del guasto.

Al di la dell’obbligatorietà per legge (che in ogni caso riguarda la sola assicurazione di responsabilità civile), stipulare una polizza di assicurazioni che tuteli gli ospiti ed allo stesso tempo protegga la struttura è un’assoluta necessità per svolgere la propria attività in tranquillità e proteggere l’immobile di cui si è proprietari.

 

La polizza di assicurazione per le case vacanze di Generali Italia

In qualità di consulente assicurativo di Generali Italia segnalo la polizza di assicurazione per la casa, che per le case vacanza e per le locazioni transitorie prevede la copertura della responsabilità civile del locatore, tenendo indenne il proprietario dei danni che il turista piò provocare ad altri nella gestione dell’abitazione e per i danni da questi subiti a causa del mobilio e dell’arredamento (per esempio un lampadario che cade o il parquet sconnesso che fa inciampare). La garanzia di responsabilità civile è estesa anche al turista e alla sua famiglia per tutto il periodo della locazione.

Hai una casa vacanza e vuoi un preventivo per la tua polizza si assicurazione? Compila il modulo di contatto per richiedere maggiori informazioni, sarò felice di risponderti.

Fonte: intermediachannel.it

Polizza vita e assicurazione casa per il mutuo

Polizze per il mutuo: come scegliere l’assicurazione vita e incendio

L’acquisto di una casa è una voce di spesa importante e quando si accende un mutuo aumentano anche le preoccupazioni e i rischi legati all’esposizione finanziaria. Diventa quindi importante avere le coperture assicurative adeguate.

A che cosa serve l’assicurazione per il mutuo

Il mutuo è quasi sempre la spesa maggiore che si affronterà nel corso della propria vita, ed è inutile ricordare come un investimento del genere sia molto delicato: ci si impegna per venti o trent’anni a pagare ogni mese una rata consistente, senza sapere che cosa possa riservare il futuro in termini lavorativi o di salute.

La questione diventa ancora più delicata quando chi stipula il mutuo per sé o per la propria famiglia è l’unica fonte di reddito dell’intero nucleo. Per questo le assicurazioni sul mutuo diventano sempre più popolari, con polizze flessibili che anche in caso di gravi imprevisti danno la certezza di pagare sempre il finanziamento per l’acquisto della casa, mettendo al sicuro il contraente e la sua famiglia, in particolare in presenza di figli piccoli.

In Italia – nazione che, com’è noto, è da sempre ai primi posti per quanto riguarda il numero di case di proprietà, a differenza di altri Stati che privilegiano forme come l’affitto – la percentuale di persone che assicura la propria casa è ancora piuttosto bassa (in genere sul 30%), ma per quanto riguarda le polizze vita legate al mutuo, come l’assicurazione mutuo perdita lavoro, la situazione è differente.
<h2Assicurazione per il mutuo: quali sono le polizze

Quando si accende un mutuo, si possono sottoscrivere due tipologie di polizza, che rispondono a differenti esigenze assicurative. Ecco quali sono:

  • Assicurazione sul mutuo intesa come assicurazione vita vincolata al mutuo: la polizza paga un determinato massimale in caso di decesso del contraente. Di solito il massimale, che decresce ogni anno, corrisponde alla quota di mutuo ancora da pagare.
  • Polizza di assicurazione incendio e scoppio per la casa: anche questa polizza è vincolata alla banca e copre i soli danni da incendio e scoppio subiti dal fabbricato. In questo modo la banca si tutela in caso di un danno al fabbricato oggetto di mutuo. Sono esclusi tutti gli altri danni, come ad esempio quelli da acqua, gli eventi atmosferici e i corti circuiti, il furto e la responsabilità civile. Ecco perché è sempre consigliabile integrare la polizza del mutuo con un’assicurazione casa personale. Per tutti i dettagli sull’assicurazione della casa e per un preventivo gratuito clicca qui.

Assicurazione per il mutuo: come funziona

Il funzionamento dell’assicurazione mutuo è molto semplice: pagando regolarmente il premio, se si dovesse verificare uno degli eventi inclusi nella casistica della propria polizza sul mutuo sarà l’assicurazione a pagare quanto dovuto a titolo di mutuo, con indennizzi che corrispondono all’evento in questione. Le fattispecie coperte possono essere di vario tipo:

  • Decesso dell’assicurato
  • Invalidità permanente totale

L’assicurazione si occuperà quindi dell’estinzione del mutuo per tutelare la famiglia del contraente, ed è quindi particolarmente indicato qualora si abbiano figli a carico e si voglia tutelare da ogni genere di imprevisto il proprio nucleo familiare.

Per stipulare questo genere di polizza bisogna essere residenti in Italia e avere un’età compresa, di norma, tra i 18 e i 70 anni; di solito il mutuo deve essere in euro, contratto in italiano con un banca oppure con un intermediario finanziario con sede in Italia.

E se si estingue anticipatamente il mutuo? In questo caso la compagnia assicuratrice è tenuta a restituire il premio pagato e non goduto, come è previsto dal Regolamento dell’Ivass. Invece, in caso di surroga, è necessario stipulare una nuova polizza per usufruire delle coperture assicurative, visto che la vecchia decade.

Polizza vita per il mutuo: qualche consiglio

Sono diverse le caratteristiche che devono essere rispettata da una buona polizza per l’assicurazione del mutuo di casa, in modo che possa effettivamente fornire una preziosa garanzia per tutte quelle famiglie con bimbi piccoli e/o monoreddito, e dove quindi un imprevisto potrebbe avere Valutando il preventivo per un mutuo caso per caso, naturalmente è bene assicurarsi che siano coperte diverse fattispecie, come l’invalidità per qualunque causa, la libertà nella scelta dei beneficiari da parte dell’assicurato e l’impignorabilità della somma erogata (che non deve essere soggetta a tasse di successione).

A volte potrebbe essere conveniente non limitarsi ad assicurare l’equivalente del capitale del mutuo che si sta attivando o – nel caso in cui la polizza valga su un mutuo già attivo – di ciò che resta da pagare, ma assicurare un importo superiore, sempre comunque rispettando i limiti (minimi e massimi) stabiliti dalla compagnia.

Il contraente sceglie la durata della polizza mutuo nonché la data d’inizio della copertura, e nella grande maggioranza dei casi questi termini temporali rispondono al numero di anni in cui si pagherà il mutuo e il momento in cui si paga la prima rata. Anche in questo caso le polizze prevedono durante minime e massime (in genere tra i 5 e i 30 anni). Attenzione anche alla scadenza delle coperture, che possono essere diversificate per la garanzia decesso e per l’invalidità totale e permanente.

Come per ogni polizza a tutela delle persone, il costo della polizza vita per il mutuo dipende, oltre che dall’entità del mutuo, anche dalle caratteristiche legate al contraente, come età, stato di salute, abitudini.

I diversi tipi di assicurazione per il mutuo

La prima fondamentale divisione per le polizze vita relativa al mutuo riguarda, come si è detto, la possibilità di assicurare solo mutui di nuova stipa o anche mutui già in corso di ammortamento. Non sempre la copertura è la stessa: capita infatti abbastanza di frequente, ad esempio, che per i mutui in corso di ammortamento sia possibile stipulare l’assicurazione con la sola copertura per il decesso, mentre negli altri casi, con i mutui solo di nuova stipula, siano coperti anche l’invalidità permanente, l’inabilità totale temporanea o la perdita di impiego. In ogni caso è meglio assicurarsi fin da subito, confrontando le varie proposte, che la polizza casa mutuo scelta rientri esattamente nel profilo che stiamo cercando.

Quando si verifica l’evento garantito da clausola, può cambiare anche la modalità di erogazione. Può essere prevista la liquidazione del debito residuo oppure un’indennità pari alle rate mensili in scadenza, in quest’ultimo caso quando l’inabilità totale è temporanea o si è incorsi nella perdita del lavoro.

Hai già scelto la tua polizza e vuoi un consiglio? Vuoi un preventivo per la tua polizza vita sul mutuo o per la polizza di assicurazione per la casa? Per ogni dettaglio o maggiore informazione compila il modulo dei contatti e sarò felice di risponderti.

Fonte: sostariffe.it