dopo di noi

Aiuti per i disabili gravi: debutta la legge «Dopo di noi»

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on print
Share on email
Share on whatsapp
dopo di noi
Un provvedimento mirato a tutelare le persone con disabilità grave che restano prive di un sostegno familiare

Dopo lungo iter parlamentare ha finalmente visto la luce la legge “Dopo di Noi” contenente le «Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare», più nota come «Dopo di noi», un provvedimento mirato a tutelare le persone con disabilità grave che restano prive di un sostegno familiare, in particolare dopo la morte dei genitori o di altri stretti familiari che li seguivano e li assistevano.

La legge prevede diverse misure agevolative con entrata in vigore a partire dal 2017, ma due norme relative alla deducibilità fiscale sono state anticipate al 2016, così da poter comparire già nella prossima dichiarazione dei redditi. Vediamole:

1) viene elevato da 530 a 750 euro il limite massimo detraibile dei premi pagati per le polizze assicurative con oggetto il rischio morte, quando queste sono destinate alla tutela delle persone con disabilità grave, così definita dall’articolo 3, comma 3, della legge 104/92. Un aggiustamento davvero minimo e forse si poteva fare qualcosa di più se si pensa che il vantaggio, in termini di minore imposte, è di soli 42 euro (il 19% della differenza tra 750 e 530 euro);

2) sono deducibili dal reddito le erogazioni liberali, le donazioni e le altre disposizioni a titolo gratuito effettuate nei confronti dei trust o dei fondi speciali composti da beni sottoposti a vincolo di destinazione e disciplinati con contratto di affidamento fiduciario, anche in favore di Onlus, aventi personalità giuridica, purché operanti nel settore della beneficienza. L’importo massimo è di 100.000 euro.

Tra le altre agevolazioni che entreranno in vigore nel 2017 va ricordata la completa esenzione dalle imposte di successione e donazione. Viene anche favorita la costituzione di trust o fondi speciali a cui conferire beni, mobili e immobili, soggetti avincoli di destinazione in favore delle persone con disabilità grave.

Fonte: Corriere L’Economia

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Complita il modulo di contatto con i tuoi dati e un messaggio. Ti risponderò appena possibile.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Scegli il modo migliore per iniziare una conversazione

Chiama ora